CONVERSIONE

Se sei uno straniero residente in Italia potrai circolare con la patente di guida rilasciata dal tuo Paese per un anno a decorrere dalla data di acquisizione della residenza, a condizione che essa sia accompagnata dal Permesso internazionale di guida o da una traduzione giurata della patente stessa.

 

Alla scadenza di tale periodo potrai , nei casi in cui è previsto, convertire la tua patente di guida in una Italiana, o diversamente conseguirla ex novo.

 

Se sei in possesso di una patente rilasciata da uno Stato della Unione Europea puoi richiedere la conversione in patente italiana o mantenere il documento originario.
Puoi inoltre richiedere un tagliando adesivo da apporre sulla patente estera, consigliabile in caso di smarrimento perché facilita notevolmente le procedure di duplicato.

 

La conversione della patente straniera è possibile solo per quelle rilasciate da Stati esteri con i quali l'Italia ha stabilito rapporti di reciprocità (circ.n. 4586/M340 del 02.11.2004), di seguito elencati:

 

Albania, Algeria, Argentina, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Ecuador, El Salvador, Estonia, Filippine, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Libano, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Malta, Marocco, Moldova, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Principato di Monaco, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Sri Lanka, Svezia, Svizzera, Taiwan, Tunisia, Turchia, Ucraina, Ungheria, Uruguay.

 

Mentre per i seguenti Paesi è consentita la conversione solo a determinate categorie di cittadini:

 

Canada (personale diplomatico e consolare)
Cile (personale diplomatico e loro familiari)
Stati Uniti (personale diplomatico e loro familiari)
Zambia (cittadini in missione governativa e loro familiari)

 

Per richiedere la conversione dovrai aver conseguito la patente di guida straniera prima di aver ottenuto la residenza in Italia (nel caso del Regno del Marocco si prende a riferimento la data in cui la patente diventa permanente).

 

Al momento della richiesta di conversione dovrai presentare la patente estera in corso di validità corredata da traduzione integrale della stessa e attestazione di autenticità rilasciata dal Consolato dello stato estero in Italia (la firma dei funzionari consolari dovrà essere autenticata in Prefettura). La traduzione potrà essere rilasciata da:

 

  • traduttore giurato presso il tribunale, 
  • consolato o ambasciata dello stato estero in Italia (la firma dei funzionari consolari dovrà essere autenticata in Prefettura),
  • ambasciata Italiana presso lo Stato Estero.

Alla consegna della patente Italiana ti verrà ritirata la patente straniera.


Nelle Autoscuole La Nuova Guida troverai tutta la consulenza ed il supporto necessario, trova la più vicina!