Motori
Consigli di guida in caso di condizioni climatiche avverse
22/12/2020

Guidare è un’attività che comporta sempre un alto livello di attenzione. L’imprevisto e il conseguente pericolo può arrivare un po’ da ovunque. Motivo per cui è importante non sottovalutare mai un eventuale possibile rischio. Se a questa condizione di base ci aggiungiamo i fattori climatici, il risultato finale potrebbe addirittura fare spavento a chi si trova a guidare in condizioni davvero sfavorevoli. 

Consigli preliminari: in caso di guida in condizioni climatiche particolarmente sfavorevoli, l’importante è non perdere mai la calma, restare sempre vigili e attenti e tenere a mente qualche piccolo consiglio per far fronte alle situazioni di rischio più diffuse.

Consiglio valido, in ogni situazione, è quello di tenere sempre il veicolo in perfette condizioni, dalla risposta dell’impianto frenante al livello di usura delle gomme ai tergicristalli alle luci. Controlli periodici ci permetteranno di condurre un veicolo sempre al massimo dell’efficienza. 

Altro tip utile è quello di verificare le condizioni climatiche prima di mettersi alla guida, riguardanti tutto l’itinerario di viaggio. Ed evitare di mettersi alla guida se possibile, quando sono diramate allerte meteo e previste condizioni climatiche avverse.

Consigli di guida in caso di pioggia battente


Velocità. Riducete la velocità ed evitate le accelerate e le frenate improvvise, per evitare di perdere aderenza. Ricordiamo che in caso di pioggia in autostrada il limite scende a 110 km/h.

Distanza di sicurezza. È importante ricordare che, in caso di strada bagnata, è necessario raddoppiare la normale distanza di sicurezza, a causa del ridotto attrito tra vettura e manto stradale e anche per via della riduzione della visibilità. 

Aquaplaning. Uno dei fenomeni più pericolosi in caso di pioggia è quello dell’aquaplaning, ovvero dello slittamento del veicolo e della conseguente perdita momentanea del suo controllo, soprattutto se il  livello dell’acqua sull’asfalto supera 1 centimetro in altezza. In questi casi è importante tenere saldamente le mani sul volante, non farsi prendere dal panico, rallentare alzando il piede dall’acceleratore e premendo la frizione. E’ importantissimo non accelerare né frenare all’improvviso, per evitare di perdere del tutto il controllo del veicolo. 

Condizioni dell’asfalto. Prestate sempre attenzione al tipo di asfalto su cui vi trovate, se è drenante oppure se trattiene acqua sulla sua superficie. In questo secondo caso infatti, si riduce l’aderenza del veicolo e aumenta il rischio del verificarsi dell’aquaplanning. Anche le buche rappresentano una fonte di pericolo spesso sottovalutata: riempiendosi di acqua, non si riesce a valutarne la profondità, con il rischio di danni al veicolo e pericoli per la guida.

Segnaletica. Se stiamo percorrendo un tratto di strada soggetto ad allagamento, questo ci viene segnalato con un pannello integrativo, apposto sotto un altro segnale. Riconoscerlo ci permetterà di essere più pronti alla guida. 
download

Strade in pendenza e sottopassaggi. In caso di pioggia battente, cercate di evitare per quanto possibile strade con forte pendenza e punti di ristagno e sottopassaggi. Il rischio è che l’acqua non defluisca velocemente e il suo livello potrebbe salire velocemente, provocando lo spegnimento del veicolo e conseguente rischio di restare bloccati. In caso accada, chiamate il più velocemente possibile i soccorsi.

Dispositivi di sicurezza. Tenete sempre a portata di mano il giubbotto catarifrangente nel caso dobbiate scendere dal veicolo, che vi garantirà di essere adeguatamente visibili ad altri veicoli che sopraggiungono. 

Spazzole tergicristallo. Accertati che siano in perfette condizioni, può sembrarti banale, i gommini potrebbero usurarsi e non aderire bene al parabrezza.

In caso di eccessiva riduzione della visibilità. In caso di pioggia battente al punto che i tergicristalli non riescono a migliorare la visibilità, il nostro consiglio è quello di trovare un punto sicuro (piazzole di sosta, autogrill, distributori) dove fermarsi ed aspettare che si riduca la violenza della precipitazione.

Sistema di riscaldamento/raffreddamento dell’auto. ricorda di attivare il sistema di areazione in modo da evitare che il parabrezza interno si appanni. L’umidità dell’aria forma una condensa sulla superficie interna del vetro.

Motocicli. Quanto appena esposto vale in linea di massima anche per le 2 ruote, utenti della strada particolarmente “deboli” in caso di pioggia battente. E’ sempre bene portare con sé un completo antipioggia da indossare velocemente ma che non ci limiti nei movimenti di conduzione del mezzo, procedere con estrema cautela ed evitare manovre azzardate, considerando che tutti gli utenti della strada hanno la visibilità estremamente ridotta in quel frangente.


Mantieni sempre lo sguardo sulla strada e in caso di poca visibilità accosta e interrompi momentaneamente il viaggio.
Guida con prudenza #safetyfirst 


Seguici anche sui nostri social  glyph-logo_May2016  f_logo_RGB-Black_58