REVISIONE DELLA PATENTE DI GUIDA


La revisione della patente di guida consiste nella verifica della persistenza dei requisiti psico-fisici e/o attitudinali richiesti per la guida.
Si tratta di accertamenti medici e/o di idoneità tecnico-pratica, disposti dagli uffici provinciali della Direzione generale della M.C.T.C., nonché dal Prefetto.


In particolare è richiesta la revisione quando:


  • il conducente sia stato coinvolto in un incidente stradale che ha determinato lesioni gravi alle persone e a suo carico sia stata contestata la violazione di una delle disposizioni del Codice della strada
  • quando il conducente minorenne sia autore materiale di una violazione delle disposizioni del Codice della strada da cui consegue l'applicazione della sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida
  • si accerti la sussistenza, in soggetti già titolari di patente, di patologie incompatibili con l'idoneità alla guida


Nel caso della verifica dei requisiti psico-fisici verrai invitato a sottoporti a visita presso la Commissione Medica Locale, generalmente entro 30 giorni.


Nel caso di verifica dell'idoneità tecnica alla guida dovrai prenotare, presso il competente Ufficio Provinciale del Dipartimento Trasporti Terrestri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l'esame di teoria e quello di pratica. I due esami dovranno essere effettuati nella medesima giornata.


Hai facoltà di impugnare Il provvedimento con cui viene disposta la revisione davanti al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti entro 30 giorni dalla data del suo ricevimento. E' ammesso anche il ricorso al TAR entro 60 giorni dalla notifica del provvedimento.