Motori
Minicar: cosa c’è da sapere
05/10/2018

Tuo figlio chiede di regalargli una mini-car oppure stai pensando di comprarla per te? In questo breve articolo daremo qualche informazione che potrebbe esserti utile.

Le mini-car, diffuse maggiormente tra gli adolescenti e nelle grandi città, sono pratiche e compatte e si parcheggiano facilmente.

Ci sono due tipologie di mini-car, quelle leggere e quelle pesanti.

Quelle catalogate come quadricicli leggeri sono le cosiddette macchine 50, per le quali, è richiesta la patente AM, così come per i ciclomotori.
Sono dei veri e propri veicoli, con la differenza che si possono guidare dai 14 anni e possono percorrere tutte le strade urbane ed extraurbane in cui non vige il divieto per i ciclomotori leggeri, quindi, niente autostrade e tangenziali. Raggiungono una velocità non superiore a 45km/h con un limite di potenza di 4 kw e un peso massimo consentito di 350 kg.

 

Layer-8

 

Compiuti i 16 anni, e con la patente B1, è possibile mettersi al volante di un quadriciclo pesante, che, a differenza di quelli leggeri, hanno un limite di potenza pari a 15 kw con velocità massima consentita di 80 km/h e, in più, possono circolare in autostrada.

Non solo per gli under 18, perfette per chi cerca una soluzione alternativa per i piccoli spostamenti quotidiani nelle grandi città come sbrigare le commissioni in centro, andare al supermercato o accompagnare i bambini a nuoto. Le minicar si sono ricavate una nicchia anche tra i guidatori senior perché, il più delle volte, sono escluse dalla limitazione della circolazione veicolare a targhe alterne.