Curiosità
Cosa non sapevi sul primo incredibile viaggio in auto
02/07/2019

Contrariamente ai molteplici luoghi comuni riguardanti il gentil sesso, la pioniera dell'automobile fu proprio una donna: Bertha Ringer Benz, moglie del famosissimo inventore Karl Benz.  

Inizialmente l'invenzione non risultò fruttuosa e la gente guardò con sospetto il nuovo veicolo, tanto che l'intera famiglia si ritrovò sul lastrico. Proprio per questo motivo Bertha decise di intraprendere il primo viaggio in auto su una lunga distanza utilizzando l'ultima creazione del marito, per dimostrare la validità e l'efficienza di essa. 

La mattina del 5 agosto 1888  la donna partì, all'insaputa del coniuge, con i figli Eugen e Richard. Lasciò un biglietto che lo informava della visita alla madre nella città di Pforzheim, a circa 106 km dalla loro cittadina.

Incominciò così l'avventuroso viaggio su strade allora non asfaltate e prive di stazioni di rifornimento.  Nel tragitto attraverso le colline della Foresta Nera i tre incontrarono non pochi ostacoli e difficoltà. Si dovettero fermare presso una farmacia nella cittadina di Wiesloch per rifornire la vettura di ligorina, un particolare idrocarburo del tempo. La farmacia passò successivamente alla storia come la prima stazione di servizio! Lungo il percorso ci furono molte altre soste dovute spesso a difetti meccanici del veicolo. Per questo motivo Bertha si improvvisò meccanico riparando da sè i carburatori dell'auto con dei semplici spilloni per capelli. Mentre a causa di un problema ai freni dovette chiedere necessariamente aiuto ad un calzolaio per sistemarli e poter proseguire il cammino.

Una volta arrivata a destinazione informò il marito della riuscita della sua impresa e dopo alcuni giorni percorse la strada di ritorno di circa 90 km, effettuando così in totale un tragitto di 194 km.

Questo viaggio convinse l'opinione pubblica dell'efficacia dell'invenzione di Benz e risultò una straordinaria trovata pubblicitaria, che incrementò il successo dell'auto e mostrò a tutti la sua genialità.
Inoltre, grazie ai consigli della moglie, l'inventore potette apportare modifiche e migliorie alla sua creazione, aggiungendo, per esempio, una marcia per i tratti di strada in salita.

Ecco in sintesi la simpatica ed ‘eroica’ storia del primo incredibile viaggio in auto. Grazie alla tenacia di Bertha oggi molte persone percorrono migliaia di kilometri sulle strade di tutto il mondo! E tu hai già pensato al tuo prossimo viaggio?