Motori
Kit di gonfiaggio: come usarlo in caso di gomma forata
19/10/2018

Nel precedente articolo abbiamo visto come cambiare una ruota forata, ma non tutte le auto ne hanno in dotazione una di scorta. Infatti molti modelli propongono dei kit di gonfiaggio, che è bene conoscere e saper usare in caso di bisogno.

Ma come è fatto un kit di gonfiaggio? È generalmente composto da un piccolo compressore, di solito intorno ai 12 volt, e di una bomboletta contenente un prodotto vulcanizzante. Rispetto alla ruota di scorta costa meno ed occupa meno spazio, ma è più limitato: in caso di uno squarcio importante del battistrada non resta che chiamare il soccorso stradale.

Vediamo cosa fare in caso di foratura:

Anche qui valgono le prime due regole di base: accostate e rendete visibili voi stessi, con il giubbotto ad alta visibilità, e l’auto, con il triangolo.

Dopodiché il primo passo è  individuare il kit, il cui posizionamento varia da modello a modello. Se non sapete dove si trova, potete trovare questa indicazione sul libretto descrittivo dell’auto.

  • Occorre collegare il cavo del compressore alla presa da 12 volt dell’auto, il cosiddetto accendisigari.
  • Il liquido vulcanizzante verrà iniettato nella gomma attraverso il compressore, quindi il secondo passo è innestare la bomboletta nel compressore e successivamente collegare la cannula dello stesso nella valvola dello pneumatico.

 

11 (1)

 

  • Accendere il compressore e procedere al gonfiaggio. Una volta terminata l’operazione, scollegare il compressore e richiudere la valvola dello pneumatico.

 

22 (2)

 

È bene ricordare che si tratta solo di una misura temporanea per consentire di raggiungere, a velocità ridotta, il centro di assistenza più vicino.