Curiosità
Per la prima volta le donne al volante in Arabia Saudita
03/05/2018

A partire dal prossimo 26 Giugno anche in Arabia Saudita le donne potranno esercitare il diritto alla guida.

L’aggettivo “storico” connesso a questo evento è più che giustificato: basti pensare che il Paese, amministrato da Re Mohammed bin Salman era, fino al decreto del 26 settembre 2017, l’ultimo al Mondo a considerare questa facoltà come esclusiva degli uomini.

La notizia ha avuto grande risalto sulla stampa occidentale, salutata come un significativo passo in avanti verso l’eguaglianza tra i due sessi. Quello che fa ancora più piacere è sapere che, ad oggi, sono oltre 30mila le domande per iscriversi nelle autoscuole.

Un numero importante che lascia intendere quanto il desiderio di emancipazione sia forte e non rimarrà solo su carta.

Questo significa che per le donne saudite si apriranno le porte per professioni finora impensabili? Taxiste o autiste al volante nelle strade di Riad potrebbero a breve non essere un miraggio.

Più donne che guidano, contrariamente ai luoghi comuni, è indice di maggiore sicurezza, le statistiche ci dicono che, almeno in Italia, solo un quarto degli incidenti è provocato da donne.

Le donne sono disposte a mettersi in gioco, basti guardare al successo del nostro format “donne al volante” che offre la possibilità di migliorare la propria guida o rimettersi al volante.

Quindi ribaltiamo il luogo comune: donne al volante=sicurezza costante.

Una curiosità: In Russia alle donne è ancora precluso l’accesso alle patenti superiori. Sarà questo il prossimo muro a cadere?